Aesculus Hippocastanum (Hippocastanacee)

Nome comune: Ippocastano o castagno selvatico

Area d'origine: Boschi di specie decidue, Europa

L'ippocastano porta fiori di color crema che compaiono all'inizio dell'estate. In autunno i frutti spinosi di colore verde portano fino a tre semi o "castagne". Le gemme invernali sono protette dal gelo da una resina che si scioglie in primavera, permettendo ai germogli di svilupparsi.

 

IMPIEGHI: Alcuni composti contenuti nel seme prevengono la trombosi rinforzando le pareti cellulari delle arterie. Nei periodi di carestia, il passato ottenuto con i frutti veniva utilizzato come foraggio, mentre i semi, ricchi di proteine, servivano per ottenere una farina ed un surrogato del caffè. La corteccia ad azione tonica è usata per curate la febbre; fornisce anche un colorante giallo.

I frutti hanno un effetto moderatamente narcotico ed i semi non trattati sono tossici.

 

in rete da maggio 2000